L’ASSOCIAZIONISMO E LA POLITICA. IL RUOLO DELLA SOCIETA’ CIVILE NEL GOVERNO DEL TERRITORIO di Antonio Pogliese *

In tante città della nostra Sicilia si percepisce l’indifferenza più assoluta anche al verificarsi di accadimenti rilevanti:indagini giudiziarie, operazioni speculative, estemporanee coalizioni politiche, esternazioni prive di logica, fallimentari gestioni riconducibili alla politica, etc.

Qualsiasi accadimenti viene omologato ed archiviato. E’ come se tutto ciò che si verifica fosse del tutto normale e, come tale, non è necessario farne oggetto di alcuna valutazione, dibattito, rimedio. Nelle nostre città siciliane manca la partecipazione, il dibattito, la proposta, la critica.

I rituali della politica – partitica non interessano più i cittadini che si limitano a leggere i titoli degli articoli sulla carta stampata senza avvertire alcuna necessità di ulteriori approfondimenti, quasi fossero dei gossip estivi.

Nella vita di coppia “l’indifferenza” è lo stato finale dell’unione di due persone, lo stesso si ripete nella vita di una comunità. L’eziologia di tale indifferenza va ricercata nella crisi della società siciliana, determinata, a sua volta, dalla graduale perdita dei valori morali ed etici della società, dalla progressiva sostituzione della politica clientelare a quella con la “P” maiuscola, i cui effetti sono, sul piano sociale, devastanti specie per le future generazioni. Infatti, la politica clientelare assicura all’autore immediati e significativi ritorni in termini di successi elettorali ma nel medio periodo gli fa perdere l’autorevolezza in uno alla istituzione rappresentata. La mancanza dell’autorevolezza a chi governa produce, a sua volta, altre nefaste conseguenze all’azione di governo con le conseguenziali ricadute sulla collettività.

*****

Quanto sopra rappresentato è attendibilmente la causa della crisi dei partiti politici in Italia che in base all’art.49 della nostra Costituzione dovrebbero essere i mezzi “per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”, mentre, in effetti, rappresentano soltanto gli interessi (inconfessabili) di gruppi per ottenere vantaggi personali.

*****

Una volta ricostruito tale quadro devastante esistente è necessario ipotizzare soluzioni idonee a fare recuperare al sistema le condizioni di normalità necessarie per fare acquisire alla politica ed ai politici l’autorevolezza necessaria per il governo del territorio nell’interesse dei cittadini.

E’ chiaro che tale processo di cambiamento verrebbe agevolato dal graduale ricambio generazionale del ceto politico per lasciare spazio alla nuova generazione non (ancora) contaminata. In questo processo di cambiamento la nostra Associazione Lions e, più in generale, i club service, in una visione sinergica e sistemica, potranno e dovranno svolgere il rilevante ruolo di nucleo centrale su cui fare convergere altri pezzi della società onde poter legittimamente rappresentare e tutelare gli interessi ed i diritti della società civile.

In definitiva esistono adesso tutte le condizioni per “concretizzare” in fatti le enunciazioni di principio che le figure apicali della nostra Associazione fanno da circa 10 anni ad oggi, invocando il ruolo di cittadinanza attiva, di impegno sociale, etc, etc.

La nostra associazione, e i club service, posseggono degli asset formidabili quali la presenza di interprofessionalità, la qualità di soci medio – alta, ma, principalmente, il vincolo assoluto statutario di non poter fare politica di parte.

In definitiva è necessario contestualizzare l’azione della nostra associazione, oltre che su alcuni aspetti dei riti, orientando il “WE SERVE” verso il politico-sociale, per occuparsi dei grandi temi sociali della ns. società e svolgendo il ruolo di rappresentanza degli interessi dei cittadini. Tutto ciò da attuare con una metodica sistemica e razionale allo scopo di fare gradatamente acquisire alla nostra associazione l’autorevolezza necessaria per svolgere tale ruolo.

Tutto ciò potrebbe apparire un progetto ambizioso, ma bisogna ricordare che tutte le grandi opere all’inizio appaiono impossibili e, comunque, ciò è indispensabile per fare un servizio alla nostra comunità dimostrando l’utilità sociale della nostra associazione.

* II° V. Governatore Lions 108 YB


Antonio Pogled
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: